Domenico Cascone MiMeZzZ®

Blogger, ghostwriter, social media and communication manager. Blog a cura di Domenico Cascone sulla Politica, la Cultura, l'Informazione, il Turismo e gli Eventi a Sant'Egidio del Monte Albino

Più Oneri, più Onori.


18 aprile 2006 – Sant’Egidio del Monte Albino(SA)_di Domenico Cascone. Non è nè un principio utopico-socialista di Bakunin, nè uno di Marx ma una cosa è certa:una volta arrivati lassù, sulla Vetta, siamo tutti uguali. Tutti si spogliano di quel che hanno, di quello che si è sudati in vita finora, delle Gioie e dei Dolori, in quel momento;e tutti possono essere nessuno, o qualcuno migliore degli altri. Ma non è la Sfida ciò che conta:anche se l’aria che si respirava sabato mattina era proprio quella! Meglio di un orologio svizzero, il mio sfidante. Ore 7 del mattino e Carta Topografica già memorizzata. Uno stambecco, si direbbe, da come risale. Lui, un Alemanno di nome e di prestanza fisica, che con l’esperienza di Militare Alpino, ha girovagato le Alpi da cima a fondo, prima però di avere risollevato le sorti di un Povero Mortale come il sottoscritto. Sentiero ben segnato, “pulito”, ma davvero faticoso:qualche rampicata nel tratto più difficile e gambe che ad una certa altezza non reggono più. E’ normale! E chi pensa che risalire i Monti sia solamente una semplice “Risalita per arrivare in Vetta” si sbaglia di grosso. Ad ogni gradino in salita ne corrisponde uno in discesa:certo, perchè esiste anche il ritorno, a volte più difficile dell’andata:ed il terreno non è sempre così regolare. Non puoi dire che hai scalato un monte fino a quando non sei risceso! Le gambe iniziano a vacillare, il sudore si trasforma in sale, la Stanchezza fisica accompagna quella morale. Ma fa ancora piacere ritrovare, mentre si marcia, un prato con Campanellini, fiori di un viola che inganna che all’andata cominciavano a schiudersi e al ritorno ricoprivano una vasta porzione di prato. Se quello non era il Paradiso o i Campi Elisi, allora voleva dire che ero vicino al punto che mi avrebbe riaccompagnato a casa:ma solo dopo aver toccato la Vetta, quella del Monte Cerreto, a 1316Mt di quota.
Annunci

No comments yet»

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: