Domenico Cascone MiMeZzZ®

Blogger, ghostwriter, social media and communication manager. Blog a cura di Domenico Cascone sulla Politica, la Cultura, l'Informazione, il Turismo e gli Eventi a Sant'Egidio del Monte Albino

Sant’Egidio del Monte Albino e VivaCultura Ed. 2008: unione perfetta!


26 settembre 2008 – Sant’Egidio de Monte Albino(SA)_di Domenico Cascone. Ci si ritrova spesso a passeggiare tra le vie del centro storico di Sant’egidio del Monte Albino a tarda ora, per far ritorno a casa in quelle sere fredde di fine settembre che gelano mani e volto se non si è coperti abbastanza. Ed il vento che tira, alla luce dei lampioni. Mentre una carta ti rotola davanti, in quei momenti ti ritrovi per cinque splendidi minuti a riflettere, senza che nessuno ti porti via il tuo tempo e la tua memoria. E’ una sorta di fase iniziatica, nonostante il ritorno verso casa sia prossimo. Ma è una fase ricca di espedienti, in cui idee e concezioni ti si rivolgono come mai successo prima. E’ ormai passato il confronto diretto con l’alter, l’altro essere, quello specificatamente sul palco. Ora riesci a capirlo, ad analizzare la sua oralità, a saper metabolizzare i suoi discorsi con gli strumenti che hai sempre usato. E’ il nuovo, per la precisione, ad insegnarci sempre qualcosa, integrando i sè quei valori e quelle valenze caratteristiche dell’uomo sulla scena. La sensazione, dunque, durante la passeggiata del ritorno, non è quella di spaesamento, se si conosce l’interprete dell’animo dell’uomo che salirà sul palco durante la quarta edizione di VivaCultura, nell’anno 2008. Ospiti illustri e menti geniali, presentati dalla professionalità di Riccardo Christian Falcone e di Marsia Lamberti in collaborazione con l’Assessore alla Cultura Lucia Albanese, hanno riscaldato le fredde serate settembrine in un contesto ambientale da piccola “Mantova della Letteratura”, ovvero quello del Palazzo Ferrajoli della Fontana. All’aperto, tra gli stucchi settecenteschi, pregevoli per rilevanza artistica e culturale, e la cornice soprastante dei Monti Lattari, la voce-guida dei conduttori ha collaborato alla presentazione di otto diverse serate a tema, con ospiti provenienti da tutte le parti d’Italia. Tale è stata, in un momento semiserio di una serata, la simpatia e la disposizione goliardica di un genio del teatro, Pippo Franco in arte e all’anagrafe, nel presentare la sua nuova pièce teatrale “Prenda niente tre volte al giorno”. Facezie raccontate di illustri personaggi storici, tratte dalla sua succosa raccolta di strafacioni, cognomi, insegne e annunci comici nei suoi libri dai titoli un pò anomali “Prenda niente tre volte al giorno”(2002) e “Qui chiavi subito”(2006), editi da Mondadori. Un nuovo personaggio-uomo, alla maniera di Henry James, come non si è abituati a considerarlo, dal momento che la malata coscienza classificatrice suole generalmente, definitivamente e irrimediabilmente incasellare la sua verve straordinaria nella Compagnia del Bagaglino o tra i primi film della Commedia Erotica all’italana. E, invece, ecco il monologo dall’afflato lirico, colto, che invita alla riflessione, che non mai cade nella banalità, ma che, talvolta, scende per un attimo al mai basso livello satirico della battuta di spirito o della barzelletta(raccontata solo come lui sa fare), per poi “riprendere il volo”. Spettacolo completamente entusiasmante, anche nonostante il vento freddo. Ma rabbrividisce, ancor di più, pensare alla figura del Tenente dei Carabinieri Marco Pittoni, raccontata in un’altra delle tante serate di VivaCultura 2008:lo stacco diviene impensabile, ma indispensabile! Morto tragicamente a giugno scorso, il racconto del P.M. di Nocera Inferiore(SA), il dott. Amedeo Sessa, ha poco di quell’affabulazione dei testi drammaturgici redatti appositamente per la recitazione. Il “cambio di scena” di VivaCultura, stavolta, impone mistero e lacrime al ricordo di uno straordinario uomo al servizio dello Stato Italiano, ricordato per le sue gesta anche da Simone Di Meo, scrittore e blogger di professione che fa delle sue parole l’unica arma contro l’impero della criminalità organizzata. Dalla figura del Tenente scomparso alla spiegazione dell’invisibile sovrastruttura economica della Camorra campana, il discorso si fa ricco e denso di commozione, terminato in lunghi applausi scroscianti. E allora il pubblico interessato fa di nuovo sold-out, nonostante gli spettacoli serali siano tutti in forma gratuita. L’appuntamento con VivaCultura 2008 diventa, in pratica, “L’ “appuntamento al teatro, e l’intrattenimento settimanale delle 20.30 tramuta, dunque, in un habitué per il popolo santegidiano, e non solo. La platea sentitamente ringrazia.
Annunci

No comments yet»

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: