Domenico Cascone MiMeZzZ®

Blogger, ghostwriter, social media and communication manager. Blog a cura di Domenico Cascone sulla Politica, la Cultura, l'Informazione, il Turismo e gli Eventi a Sant'Egidio del Monte Albino

Archivio per marzo, 2009

Alfonso Tortora, sentenza definitiva


31 marzo 2009 – Sant’Egidio del Monte Albino(SA)_di Domenico Cascone. La storia della Pro Loco vanta da sempre la nomea di ente morale, ancor prima di ente turistico e provinciale. Un ente morale è un’Associazione che, in primis, ha il dovere di  promuovere dei valori, oltre a rilanciare un prodotto turistico per un ampio ventaglio di utenti locali e non. L’associazione, negli anni, è diventata un punto di riferimento fondamentale per il borgo, grazie ad iniziative tese alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, nonché folcloristico e gastronomico. Quanto raggiunto finora è, infatti, il frutto di risultati passati e di un impegno sempre costante che hanno contribuito alla crescita e alla formazione di una vera e propria cittadinanza attiva.

In mare, il timone della nave è tenuto sempre stretto dal capitano, il quale affronta senza paura venti e tempeste; egli è sempre aiutato dalla sua ciurma, i marinai. L’obiettivo di un capitano è quello di condurre sempre la nave a destinazione, salvaguardando i bottini che racimola durante le sue rotte. Come un capitano, Alfonso Tortora è stato sempre fedele all’associazione e ai suoi obiettivi. Il passato prossimo è d’obbligo perché anche i capitani vengono sostituiti  o si dimettono dopo circa 10 anni. Il 1 marzo 2009, attraverso regolari elezioni, il 95% dei soci aventi diritto al voto, ha deliberatamente rinnovato il Consiglio di Amministrazione della Pro Loco. La lunga giornata ha visto la nomina di Angelina De Rosa con 26 voti. Il Presidente uscente, il dott. Alfonso Tortora, ha espresso le sue congratulazioni alla neo-presidente, prima donna a ricoprire questo ruolo in un ente come la Pro Loco di Sant’Egidio del Monte Albino. Le ragioni della scelta del suo ritiro sono da collegarsi ad un coatto turnover, voluto principalmente per dare largo spazio ai tanti giovani santegidiani. Attraverso il loro impegno, infatti, nuove leve apporteranno maggior sostegno all’antico borgo, probabilmente ancora poco valorizzato dal punto di vista artistico, storico, culturale e, soprattutto, turistico:un fattore non di poco conto per la crescita economica e sociale dell’intera città.

Il timone è nella mani di un nuovo capitano, e anche la ciurma è cambiata. Sincere congratulazioni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: