Domenico Cascone MiMeZzZ®

Blogger, ghostwriter, social media and communication manager. Blog a cura di Domenico Cascone sulla Politica, la Cultura, l'Informazione, il Turismo e gli Eventi a Sant'Egidio del Monte Albino

Archivio per Cronaca Locale

Sant’Egidio del Monte Albino, un’isola felice?



   
14 luglio 2008 – Sant’Egidio del Monte Albino(SA)_di Domenico Cascone. Il problema rifiuti in Campania è da considerarsi come un neo per tutto il territorio italiano. Un problema che difficilmente viene gestito anche da tanti politici che talvolta tentano di utilizzare elementi quali la forza e l’orgoglio, sia come spauracchi contro l’eventuale deregolamentazione messa in atto da un Decreto Legge hic et nunc, sia poi per proteggere l’immagine di uno pseudo-senso dello Stato attraverso l’uso dell’Esercito Italiano nelle discariche. In tutti i casi, l’emergenza rifiuti in Campania continua, soprattutto nel torrido luglio. A farne le spese, come sempre, i poveri cittadini campani, che, presi talvolta dalla disperazione, dubitano a chi potrebbero rivolgersi per una nuova e celere soluzione al futuro dei propri figli:lo Stato, la Criminalità Organizzata o San Gennaro? Rimasti attoniti soprattutto sono stati i cittadini santegidiani della provincia di Salerno. Si sono visti recapitare quest’oggi, infatti, nelle proprie case un’urgente ordinanza comunale protocollata con data 14 luglio 2008 e firmata dal nuovo Primo Cittadino Nunzio Carpentieri. Attraverso un avviso, questi esortava tutta la popolazione a riporre la frazione organica umida in appositi sacchetti biodegradabili in dotazione dell’ufficio Nettezza Urbana di Sant’Egidio del Monte Albino(SA). Il motivo lo si legge chiaramente:“A causa delle difficoltà incontrate per lo smaltimento dei rifiuti”. Una frase che contemporaneamente potrebbe sostenere tutto e niente. Stupefatta più che incuriosita, la gente si è trovata da subito per strada per esorcizzare l’amletico dubbio. Ma nessuno sapeva, nessuno era stato informato preventivamente circa la affrettata decisione del Sindaco. Nello stesso momento, ma altrove, in via Ugo Foscolo, il maggiore Giovanni Caturano insieme ai suoi uomini del reparto del Nucleo Operativo Ecologico dell’Arma dei Carbinieri eseguiva le ordinanze di custodia cautelare a danno di tre medici della nota azienda che effettua analisi alimentari, ambientali, agricole e industriali: la EcoScreening S.r.l. . Grazie alla operazione denominata “Carte False”, i tre arrestati sono il titolare del laboratorio di analisi Raffaele Giorgio, 55 anni, e due suoi dipendenti:Patrizia Laudisio, 30 anni, e Pasquale Velleca, 41 anni. Il laboratorio è stato sequestrato mentre i tre hanno ottenuto gli arresti domiciliari a causa del rilascio di false certificazioni ai fini dello smaltimento di rifiuti speciali. Le aziende interessate, anch’esse regolarmente perquisite, pagavano un compenso minore per avere la necessaria certificazione anzichè seguire l’iter previsto dalla Legge. Un altro profano capitolo di questa saga infinita che si mescola al sacro dei festeggiamenti nel cuore di Sant’Egidio del Monte Albino in onore di San Nicola di Bari e di SS.Maria delle Grazie per una festa patronale ogni anno tanto attesa, svoltasi proprio in questi giorni. Insomma, un interminabile romanzo-fiume. Neanche quest’ultimo risparmiato, purtroppo, dal momento che ad essere smaltiti erano anche i fanghi provenienti dai vari depuratori della Campania, svessati poi successivamente come rifiuti ordinari in anonimi campi agricoli o addirittura mescolati ad altre sostanze ed utilizzati come fertilizzanti. Nel frattempo, tra balli e sollazzi, si continuava a festeggiare allegramente la Festa Patronale!
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: