Domenico Cascone MiMeZzZ®

Blogger, ghostwriter, social media and communication manager. Blog a cura di Domenico Cascone sulla Politica, la Cultura, l'Informazione, il Turismo e gli Eventi a Sant'Egidio del Monte Albino

Archivio per Politica Locale

Nunzio Carpentieri, nero su bianco.


10 aprile 2008 – Sant’Egidio del Monte Albino(SA)_di Domenico Cascone. Proprio come un treno in corsa, il candidato alla Carica di Sindaco Nunzio Carpentieri ha travolto di nuovo, ancora una volta, la folla dei partecipanti presenti all’incontro che si è tenuto nel giorno 10 aprile 2007 in piazza Giovanni Paolo II a Sant’Egidio del Monte Albino(SA). In una serata alquanto uggiosa, le proposte sono piovute tante quanto le gocce di pioggia che cadevano dal cielo plumbeo su una platea interessata e curiosa. I suoi Candidati Consiglieri, attraverso un breve intervento, hanno ribadito senza esitare la loro compartecipazione, a questa nuova avventura politica. Tipico, infatti, è l’esempio del candidato Consigliere Comunale dott. Massimo Vicidomini, il quale ha espresso il desiderio di impegnarsi in modo diverso, in modo nuovo, rispetto al periodo in cui finora ha rappresentato parte dell’opposizione comunale di minoranza. A tal proposito e all’indomani del voto, Vicidomini, conscio del suo gruppo eterogeneo ma di professionisti affermati, ha voluto tutelarsi e garantire ai suoi concittadini la coesione e la coerenza che promettono. In tutti i casi l’ottimismo ed il progressismo, quelli della Lista Carpentieri Sindaco, serpeggiano anche attraverso le parole dell’uomo partita che pervadono la folla. Il progetto di Nunzio Carpentieri, infatti, oltre a quello di un nuovo campo di calcio a cinque adiacente alle Scuole Elementari in via Giuseppe Mazzini, si traduce a Sant’Egidio del Monte Albino principalmente in un particolare appello ai tantissimi giovani della Pro Loco:quello di lavorare insieme per un unico Centro Storico, quello di una nuova intesa tra l’amministrazione comunale e quella libera associazione da anni tesa alla rivalorizzazione di un territorio con potenziali attrazioni turistiche. Applaudita la richiesta di sinergia utile alla rivalutazione del Centro Storico da parte di Nunzio Carpentieri.

Roberto Marrazzo, l’impegno continua.


11 aprile 2008 – Sant’Egidio del Monte Albino(SA)_di Domenico Cascone. Conscio della campagna elettorale in corso, l’avvocato Roberto Marrazzo, Sindaco in carica della città di Sant’Egidio del Monte Albino(SA), ha pensato bene di mettere in evidenza gli obiettivi che ha perseguito con tenacia durante il suo mandato amministrativo durato dieci anni, dall’anno 1998 al 2008. Agli occhi dei suoi concittadini, il risultato finale è un ultima infrastruttura comunale: un Parco Urbano per la precisione, che va ad aggiungersi alle opere di cui l’avvocato sembra andare fiero. Il Parco per l’arte, tale è il nome, è ubicato in via Raffaele Falcone a Sant’Egidio del Monte Albino(SA), e sembra incorporare tutti quegli elementi che Roberto Marrazzo ha voluto donare ai suoi concittadini in questi lunghi dieci anni. “Troppe piazze dice qualcuno, – così ribadisce l’attuale Sindaco – ma gli ricorderei la Sant’Egidio del 1998 priva di spazi dove potersi incontrare e socializzare”. E questo i giovani lo sanno bene. Se la piazza normalmente è elemento utile di socialità, un Parco urbano, come in questo caso, ha un valore aggiunto. Ed il Parco in questione, rispetto ad una piazza ordinaria, oltre a racchiudere l’elemento naturale, contiene implicitamente ed esplicitamente anche ingredienti essenziali quali l’Arte e la Cultura che Marrazzo, attraverso manifestazioni per la sua città quali Vivacultura, non ha mai emarginato dal suo programma politico. Le prossime serate estive potrebbero, in tal caso, essere trascorse diversamente! Si prevedono, per l’appunto, manifestazioni ed eventi culturali nel nuovo Parco che sarà inaugurato il giorno 11 aprile 2008 alle ore 19. Se non tutti i cittadini potranno essere presenti all’evento, il Sindaco in carica ha pensato bene ad inviare, attraverso posta ordinaria, un opuscolo informativo intitolato non a caso “Solo per la mia Città, 1998-2008”, un catalogo di tutte le opere svolte dal 30 novembre 2008 fino ad oggi. Inclusa anche la descrizione del suddetto Parco per l’Arte, dall’opuscolo sembra trasparire sia la forza che il coraggio di un uomo che ha cambiato radicalmente la Città in cui vive, illustrando, ad onor di causa, Passato e Presente di un vecchio borgo di provincia. La costruzione di molte infrastrutture avvenuta nella città santegidiana è un dato di fatto, ma lo stampato gli permette ancora una volta di entrare nelle case della sua gente, di renderlo vivo, e, obiettivo primario di Roberto Marrazzo, memorabile per l’impronta lasciata e l’importanza eccezionale. Se l’impegno di Roberto Marrazzo non può continuare a causa delle due legislature terminate, probabilmente ha voluto rassicurarsi qualcuno che lo continuasse per lui:”Sono convinto di consegnare al mio successore una comunità in grande crescita che ha ancora notevoli potenzialità di sviluppo da coltivare ed incrementare”, ha scritto l’avvocato e il Sindaco.

In anteprima qualche foto scattata un pò di giorni prima dell’inaugurazione del Parco per l’Arte.

Avendo seguito poi tra le centinaia di persone la celebrazione della nascita del nuovo Parco urbano, è possibile ora consultare anche le foto della cerimonia di Inaugurazione del Parco per l’Arte, scattate per l’occasione nel giorno dell’ 11 aprile 2008.

E di seguito, l’intero documento audio dell’intervento del Prof. Gerardo De Marco, ospite graditissimo dell’evento, e poi dell’attuale Sindaco di Sant’Egidio del Monte Albino(SA), l’avvocato Roberto Marrazzo. Collegamento: http://cid-2c9e4c700db2ca3e.skydrive.live.com/self.aspx/Pubblica/Roberto%20Marrazzo_11%20aprile%202008%20-%20Parco%20per%20l|4Arte_Sant|4Egidio.wmv

Nunzio Carpentieri, aria di cambiamenti.


06 aprile 2008 – Sant’Egidio del Monte Albino(SA)_di Domenico Cascone. La voce sicura di Nunzio Carpentieri ha riecheggiato nel giorno del 06 aprile 2008 nella piazzetta principale di Orta Loreto di Sant’Egidio del Monte Albino(SA)davanti a circa trecento persone che ascoltavano. Serata fredda nonostante il clima di calorosa presenza di tutta l’équipe generale dei candidati a Consiglieri Comunali, presente come sempre. Ad introdurre la serata, proprio la squadra di Nunzio Carpentieri. Il futuro sembra differente. Il nodo potrebbe ritrovarsi direttamente nei termini utilizzati dall’esponente principale della lista “Carpentieri Sindaco”, il quale, durante l’incontro con i cittadini della frazione Orta Loreto, ha reso noto le ragioni di una sua scelta di correre da solo, e per di più non con una squadra ex novo: valorosi e coraggiosi professionisti al servizio pubblico. Inoltre, una pioggia di promesse ha invaso letteralmente tutti i presenti: nuovi cambiamenti in vista, quali nuove infrastrutture(campi di calcio, piazze, scuole)per la comunità; il disbrigo di questioni calde quali l’arteria a scorrimento veloce alternativa a via Nazionale che dovrebbe attraversare l’intero centro urbano di Orta Loreto nonostante la presenza di scuole, piazze, chiese; un nuovo protocollo d’intesa con gli amici industriali ortalorensi per una frazione più vivibile e meglio condivisa tra cittadini e imprenditori per un neo centro urbano, ritenuto talvolta troppo distante dal suo capoluogo, Sant’Egidio del Monte Albino.Segue l’audio dell’incontro del candidato alla carica di Sindaco Nunzio Carpentieri con i cittadini tenutosi il giorno 06 aprile 2008 in piazza Eduardo De Ruggiero a Orta Loreto di Sant’Egidio del Monte Albino(SA), connettendosi al collegamento ipertestuale qui di seguito: http://cid-2c9e4c700db2ca3e.skydrive.live.com/self.aspx/Pubblica/Nunzio%20Carpentieri_Incontro_06%20aprile%202008.wmv

Nunzio Carpentieri, il programma punto per punto.


31 marzo 2008 – Sant’Egidio del Monte Albino(SA)_di Domenico Cascone. Verba volant, scripta manent. Dev’essere stato questo il motto della lista “Carpentieri Sindaco”, di cui il candidato alla carica di Primo Cittadino è Nunzio Carpentieri. Il probabile futuro Sindaco della città di Sant’Egidio del Monte Albino(SA) ha pensato di redigere, in forma scritta, anche un programma amministrativo per gli anni 2008-2013, intitolato “La Fabbrica”. Non una bozza scritta di getto, ma un programma di ragione e passione, come citato nella sua Prefazione. Quindi, nelle prossime righe, si riportano a grandi linee i punti essenziali che lo contraddistinguono.
Il Programma e le sue linee essenziali

– Opere pubbliche e Gestione del Patrimonio – Sant’Egidio Capoluogo:

1.Ripavimentazione dell’intero tracciato viario e riqualificazione del Centro Storico e dei Cortili.
2.Realizzazione del parcheggio in via Leopardi.
3.Sistemazione dello spazio retrostante la cappella Santa Maria delle Grazie.
4.Istituzione dello “Sportello per l’Europa”.
5.Terzializzazione della gestione delle strutture di proprietà comunale adibite a impianti sportivi.
– Urbanistica:
Riordino generale del territorio interessato attraverso l’adozione del Piano Urbanistico Comunale da raccordare al Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale. Varo di un Programma Integrato di Riqualificazione per delocalizzare le industrie presenti e riqualificare il il tessuto urbanistico, edilizio e ambientale della frazione San Lorenzo.
– Politiche Sociali e Giovanili:
Riattivare tutti i servizi, in particolare il sostegno ai disabili, l’assistenza domiciliare agli anziani, l’animazione estiva, il recupero scolastico e l’attività sociale in favore dei minori, i soggiorni climatici per gli anziani, il Progetto “Protagonisti d’Argento”  e istituire la figura del “nonno ambientale”. Per i giovani, promuovere il Servizio Civile Volontario. Valorizzare il forum dei giovani. Ripristinare lo sportello comunale “InformaGiovani”. 
– Politiche Culturali e Scolastiche:
Sostenere le Pro Loco nella realizzazione della manifestazione “I Cortili della Storia” e istituzionalizzare insieme alle associazioni la Festa del Carnevale in modo da renderla un evento e un marchio. Il Centro di Quartiere dovrà costituire sempre di più un centro di iniziative teatrali e musicali e una possibilità per tutti di accedere gratuitamente alle stazioni di lavoro informatiche.
– Ambiente:
Spazio al reperimento di fonti di energia rinnovabile, in particolare l’installazione di impianti fotovoltaici su tutti gli impianti di proprietà comunale, nonchè sull’impianto di pubblica illuminazione. Saranno rafforzate le intese con il Consorzio di Bacino SA1 e attivate serie campagne di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata.
– La Macchina Amministrativa:
Realizzazione dell’Albo Ptretorio on-line. Il controllo e la sicurezza saranno rafforzati, con l’assunzione a termine e a tempo parziale di agenti di Polizia Locale per esigenze di carattere stagionale e con l’installazione delle apparecchiature necessarie per la videosorveglianza delle strade nei punti ritenuti nevralgici. 
– Tributi:
Per quanto riguarda l’imposta Comunale sugli Immobili ridurremo al minimo l’onere per i proprietari di prima e unica casa e applicheremo l’esenzione dell’ICI per le giovani coppie che acquistano un immobile con un mutuo, e per gli anziani ultra 65enni con reddito insufficiente.
– Turismo:
Sarà realizzato un logo turistico e predisposto un piano di marketing turistico, comprendente la catalogazione delle risorse offerte dal territorio e dei prodotti locali  e costituito un apposito Comitato composto da rappresentanti di enti, di associazioni e della comunità, con funzioni di formazione, di marketing territoriale, di comunicazione di monitoraggio e di ricerca.

Roberto Marrazzo, le ragioni di una scelta.


26 marzo 2008 – Sant’Egidio del Monte Albino(SA)_di Domenico Cascone. Il “tormentone Carpentieri” ha creato sgomento e incredulità tra molti cittadini della città di Sant’Egidio del Monte Albino(SA), i quali si vedranno ora davanti a due scelte concrete:votare o astenersi. Non presenti liste elettorali d’opposizione, all’ Election Day non appena raggiunto il quorum del 50%+1 delle preferenze al voto, Nunzio Carpentieri potrebbe essere già Primo Cittadino insieme alla sua squadra di Consiglieri Comunali. Le ragioni di una scelta da parte dell’ancora Sindaco in carica Roberto Marrazzo, quelle appunto del suo astensionismo, arrivano nel momento giusto: si commenta una contrapposizione, esplicata più volte con parole dure, tra una sana e robusta politica diretta per dieci anni dall’attuale Sindaco, contro il marcio che governerà questo paese. Un manifesto di color giallo, affisso su tutti i muri della città per attirare l’attenzione di passanti, interessati agli sviluppi della politica o semplici curiosi. Un libello piuttosto pungente, di cui si riportano, per amore dell’obiettività, sia una copia dell’insegna, sia il testo integrale.
Cari cittadini,
ritengo doveroso chiarirVi le ragioni reali che, al di là di pettegolezzi vari e ricostruzioni fantasiose, mi hanno indotto a non presentare una lista per le elezioni comunali del 13 e 14 aprile. Occorre distinguere tra gli eventi concitati verificatisi nella mattinata di sabato(ultimo giorno per il deposito delle liste) e quanto accaduto negli ultimi mesi.
Sabato mattino al momento degli ultimi adempimenti a liste completate e a firme di sottoscrizione raccolte, un candidato ha ritirato la propria disponibilità ad essere inserito in lista determinando anche il frettoloso ritiro del candidato Sindaco.
Così a poco tempo dall’orario di scadenza per la presentazione della lista e sotto l’onda di ulteriori ricatti dell’ultima ora, ci siamo trovati davanti ad un bivio: presentare ugualmente una lista con un candidato Sindaco improvvisato oppure dignitosamente rinunciare anche alla luce di quanto accaduto nei mesi precedenti.
Proprio quanto accaduto nei mesi e nei giorni precedenti merita un’accurata riflessione.
Tra mistificazioni, tradimenti e pasticciacci vari è stata consumata un’indegna e vergognosa caccia alla mia persona.
Il candidato Sindaco, ancora ad oggi membro della “MIA” maggioranza, solo su mia sollecitazione meno di un mese fa mi comunicava che non potevo continuare a servire la città da Consigliere Comunale.
Si scopre poi che su questa “ESCLUSIONE” ha lavorato da mesi per comporre la sua lista facendo imbarcare su questa novella “Arca di Noè” maggioranza ed opposizione, fascisti e comunisti, PD e PdL, giovani e vecchi.
Un’insalata mista di pessima qualità o in maniera più edulcolorata, un governo di salute pubblica che sarebbe stato giustificato solo in presenza di un Comune in preda ad una grave crisi istituzionale e morale e non certo per un Ente mai lambito da indagini giudiziarie, con i conti a posto, con risultati notevoli nel campo delle opere pubbliche, dei servizi sociali, della cultura, dela raccolta differenziata e presieduto da un Sindaco che nel corso del suo mandato a rinunciato in favore della Comunità ad oltre Euro 200.000,oo di indennità spettantegli per legge.
In questo contesto i tentativi di composizione della lista e dell’individuazione del candidato Sindaco sono stati resi difficili da questo clima di caccia alle streghe, da riferiti episodi di intimidazione e dai bastoni tra le ruote frapposti da chi cercava di rifarsi una verginità a livello locale.
Solo il grande senso civico di un gruppo di coraggiosi uomini e donne, che ringrazio con grande affetto, aveva consentito la predisposizione di una squadra che con dignità poteva contrapporsi alla lista Nocera – Carpentieri.
Ma gli ultimi episodi verificatisi sabato scorso hanno scosso il difficile e labile equilibrio raggiunto e così abbiamo convenuto con grande senso di responsabilità di non presentare la lista.
Sono e siamo tutti consapevoli della gravità di una simile determinazione che priva i cittadini del diritto di scelta, che mortifica il confronto democratico e la partecipazione, ma era giunto il momento di dimostrare che non vi erano interessi personali da salvaguardare o attaccamento alle poltrone.
Mi auguro infine, ma nutro qualche dubbio che i candidati al Consiglio Comunale escano dalla logica della politica “contro qualcuno” per proporre invece idee e soluzioni tali da far continuare la crescita economico-sociale del Comune di Sant’Egidio avviata in questi dieci anni dall’Amministrazione da me presieduta.
IL SINDACO
Avv. Roberto Marrazzo

Nunzio Carpentieri, già Primo Cittadino.


23 marzo 2008 – Sant’Egidio del Monte Albino(SA)_di Domenico Cascone. In Roma antica, un comizio era un’assemblea popolare convocata a scopo elettorale o legislativo. Ancora oggi, un comizio è un’adunanza popolare di natura politica o sindacale, in cui uno o più oratori illustrano i programmi del partito o gruppo di appartenenza o intervengono su temi di attualità. Un comizio sì, perchè tale può definirsi quello tenuto da Nunzio Carpentieri il 23 marzo 2008 a Sant’Egidio del Monte Albino(SA) presso l’Hotel Degli Amici in via Orazio. Il primo incontro. A far da cornice, il giorno di Pasqua. Reduce la politica locale dalla presentazione di un’unica lista per Sant’Egidio del Monte Albino(SA), il candidato alla carica di Sindaco ha trovato la sua strada solo in discesa: l’ Election Day è stato anticipato al 15 marzo 2008, termine ultimo per la presentazione delle liste elettorali al Comune di città. In un clima di festa, più politica che religiosa, Carpentieri ha raccolto l’applauso di quasi settecento santegidiani. La loro accoglienza è stata fondamentale per un uomo che ha ribadito in un’ora concetti di onestà e umiltà, di amore per la città e gratitudine verso i suoi cittadini. Rimane deluso, a questo punto, chi aveva dubbi sul prossimo Primo Cittadino, sull’attesa del nuovo candidato a Sindaco presentato da casa Marrazzo, chi credeva fino in fondo in una lista elettorale e rivoluzionaria guidata da Alfonso Tortora. La risposta è arrivata da un uomo che ha voluto incontrare i propri concittadini, un uomo del popolo che parla lo stesso linguaggio del popolo, traducendone le sofferenze e le richieste. Un fatto rimane certo: non essendoci liste elettorali d’opposizione, il giorno 14 aprile, non appena raggiunto il quorum del 50%+1 delle preferenze al voto durante lo scrutinio finale, Nunzio Carpentieri potrebbe essere già eletto Primo Cittadino insieme alla sua squadra di Consiglieri Comunali.

Alfonso Tortora, nulla di nuovo!


04 marzo 2008 – Sant’Egidio del Monte Albino(SA)_di Domenico Cascone. Dopo una settimana, si riescono a metabolizzare meglio alcuni discorsi politici, alcune scelte, alcune opinioni personali. Spremere le meningi, talvolta, non serve per avere presto la soluzione. E ancor più i consensi politici. E questo Alfonso Tortora lo sa bene. Il suo intervento del 04 marzo 2008 davanti alla platea della Pro Loco di Sant’Egidio del Monte Albino(SA) ne riconferma le posizioni già espresse una settimana prima:scelte salde, è il caso di dire, per partito preso. Nessuna coalizione, nessun accordo con l’avv. Roberto Marrazzo o con Nunzio Carpentieri. “Nè in passato, nè ora, non faccio politiche da Palazzo!”, aggiungerebbe semplicemente lo stesso Tortora, probabilmente per motivazioni politiche e idealistiche, ancor più che personali e utopiche. Ma attraverso la sua scelta mirata, egli subisce continuamente un calvario senza eguali. I suoi adepti non riescono a comprenderlo e gli si sferzano contro con parole dure. Non accetterebbero mai un’altra amara sconfitta alle prossime elezioni politiche e comunali. Pertanto, per un buon 95%, la sua fazione politica si è incentrata sull’idea di nuovi patti esterni, sostenendo l’urgente necessità di nuove alleanze politiche: Pasquale e Roberto Marrazzo?Le porte non sono ancora del tutto chiuse per i confronti. E Casa Marrazzo potrebbe di colpo chiedere di essere adottato nelle file della Pro Loco. Tortora deve tener conto anche di questo. Pur rimanendo amareggiato e deluso da chi gli è stato più vicino in questi ultimi anni di reale alternativa politica al paese, ha affrontato a viso scoperto il suo stesso gruppo, e dopo aver stilato vari punti, ha di nuovo esplicato meglio i motivi che già aveva sostenuto qualche settimana addietro:alla fine, Tortora ha mostrato le sue carte, quelle che presenterà prossimamente anche per la sua candidatura a sindaco di Sant’Egidio del Monte Albino. D’altronde, Tortora, non chiede solo un pò di più fiducia da parte del popolo santegidiano?The Show must go on, lo spettacolo deve continuare, anzi: è appena iniziato.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: